Aso, il fiume che scende dai monti Sibillini: caratteristiche e curiosità

L’Italia ha un territorio davvero ricco di particolarità anche dal punto di vista della formazione geologica. In Italia ci sono due catene montuose principali, Alpi e Appennini e intorno a loro si sviluppano poi tutte quelle vallate solcate dai fiumi che costituiscono la conformazione geologica caratteristica di ogni luogo. Moltissimi sono infatti i fiumi e i torrenti che attraversano da nord a sud il nostro paese. Ogni regione ha la sua particolarità ed è solcata da diversi fiumi che ne segnano fortemente il territorio determinandone le caratteristiche. Uno di questi fiumi particolare per formazione e storia è il fiume Aso.

Dove si trova il fiume Aso

Il fiume Aso si trova nella regione delle Marche e il suo nome deriva dal latino Asis. L’Aso costituisce il confine fisico che separa le provincie di Fermo e di Ascoli Piceno e attraversa per la maggior parte del suo corso quella che viene chiamata Valdaso.

La sorgente del fiume si trova in quel di Ascoli Piceno e in particolar modo attraversa il comune della provincia Montemonaco. I lati del fiume lambiscono comuni differenti proprio perché lui fa da “divisorio” fra le due sponde. I comuni che si trovano in provincia di Fermo lambiscono la sponda settentrionale del fiume Aso mentre sul lato destro si trovano quelli di Ascoli Piceno. Il fiume Aso nasce dai cosiddetti Monti Sibillini, monti ricordati anche nel canto del poeta Giacomo Leopardi “Le Ricordanze”.

Caratteristiche e curiosità dei Monti Sibillini da cui nasce l’Aso

I Monti Sibillini appartengono alla catena montuosa degli Appennini che attraversa tutta la nostra penisola. In particolar modo costituiscono il quarto massiccio della catena montuosa per altezza. Esso viene dopo il Gran Sasso, il più alto dell’appennino, il Maiella e il Velino-Sirente.

I Monti Sibillini si trovano a cavallo tra la regione Umbria e la regione delle Marche. Le provincie interessate sono quelle di Macerata, Perugia, Ascoli Piceno e Fermo, le ultime due sono quelle attraversate dal fiume Aso. Essi ospitano il parco che prende proprio nome dai monti ovvero il Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Il fiume Aso nasce da questo massiccio montuoso costituito da rocce calcaree che hanno la particolarità di essere state formate sul fondale di mari caldi. Percorrendo il fiume Aso si potranno incontrare e osservare tutte le particolarità geologiche che questo fiume porta con se. La roccia scavata dal fiume è davvero uno spettacolo unico e il fatto che il fiume praticamente divida due regioni e di certo due provincie, è davvero qualcosa di particolare.

Chiunque voglia apprezzare appieno il territorio dell’Italia centrale e in particolare delle marche non potrà fare a meno di seguire il corso del fiume Aso. Il fiume porta con se bellezze e storia davvero non eguagliabili.