Monti della scozia: come si chiamano e quali sono i più belli da visitare?

La Scozia si trova nella parte più settentrionale del Regno Unito, famosa per soprattutto per i suoi paesaggi selvaggi e le diverse catene montuose. Il paese è conosciuto anche per il golf, ma la bellezza dei suoi panorami è in grado di lasciare senza fiato anche il visitatore più incredulo.

Le condizioni climatiche in Scozia tendono a cambiare in modo piuttosto rapido, motivo per il quale il turista deve essere pronto a tutte le diverse evenienze. Il rischio maggiore, spingendosi all’interno della natura più selvaggia, è quello di perdersi a causa del maltempo e della nebbia, la causa maggiore di morte. Andiamo a scoprire le meraviglie legate ai monti della Svezia all’interno dei paragrafi successivi.

I monti più accessibili per le scalate e le passeggiate

Trovandosi in Scozia è importante distinguere le catene montuose più accessibili sulla base delle proprie abilità fisiche. Il monte Ben Lomond non raggiunge i 1.000 euro di altezza e si dimostra uno dei percorsi più adatti ai principianti. Il monte è particolarmente conosciuto per via della sua vicinanza con il centro urbano Glasgow. Nonostante la semplicità dei percorsi il clima può rappresentare un problema per alcune persone.

La cima del Ben Lomond può essere raggiunta nel giro di circa 3 ore di percorrenza, da tenere in considerazione nell’eventualità di disturbi fisici. Gli escursionisti più preparati possono avventurarsi sul monte Ben Macdui, nelle Cairngorns, dove la maggior parte dei racconti popolare indica la presenza degli Am Fear Liath Mòr, yeti scozzesi. Al di sotto dei 3.000 metri di altezza si trova il monte Ben Vrackie, nei pressi della cittadina di Pitlochry.

Nonostante l’altezza il monte Ben Cruachan si dimostra particolarmente semplice da scalare, famoso in  passato per essere stato il protagonista di importanti battaglie medioevali. Anche il monte Ben Nevis prevede la possibilità di passeggiate oppure scalate per i turisti più esperti.

Il Ben Nevis era in realtà una formazione vulcanica e presenta in media un grado al di sotto dello zero in direzione della vetta. Il monte Bruach Na Frithe si trova invece nell’isola di Skye , considerato una formazione rocciosa piuttosto semplice da scalare. Le montagne dell’isola assumono la denominazione di Black Cuillin, presentando discese leggermente più difficili da percorre rispetto alle salite.

Oltre alle vette della Scozia il paese vanta diverse attrattive, centri urbani e storia culturale alle spalle. Dal mare le catene montuose della Scozia possono essere ammirate assumendo forme suggestive a seconda delle diverse angolazioni.