Come scegliere l’abito da sposa

Non c’è donna che non abbia mai pensato al suo abito da sposa. Da bambine, quando si pensa gli abiti da sposa più belli, vengono immediatamente in mente quelli delle principesse, ma da adulte ci si accorge che la scelta dell’abito da sposa adatto è una questione molto più complessa.

Come scegliere l’abito?

Avete mai visto dei programmi sulla scelta degli abiti da sposa, come Abito da sposa cercasi? Se avete seguito qualche puntata di questi reality, vi sarete resi conto che la scelta dell’abito per il giorno più bello, non è mai semplice. Magari la sposa ha un’idea precisa su come vuole il suo abito ma, una volta indossato, si accorge che non è adatto a lei, e ne prova diversi modelli.

Oltre a considerare il proprio budget, la sposa deve cercare un abito che si adatti alla sua figura, e dovrebbe provarne più di uno o due.

Le tipologie di abito da sposa

Sono cinque le tipologie di fisico più comuni, con le quali si sceglie l’abito adatto: a clessidra, a pera, a mela, a triangolo invertito e a rettangolo.

L’abito da sposa classico, meglio conosciuto come abito in stile principessa, è un modello che è adatto a tutte le forme, soprattutto per chi ha un fisico “a mela”, con un bustino aderente e filiforme, e una gonna ampia e voluminosa. Se è ricco di ricami e altri decori, si può evitare di portare dei gioielli.

Chi ha un fisico ben proporzionato o ha una figura esile, può optare per l’abito da sposa a tubino o a sirena. Il primo è aderente e valorizza le forme, mentre il secondo è una sua variante, e segue le forme del corpo fino al ginocchio. Se si ha una figura longilinea e slanciata, può scegliere un abito con le balze, che creano un effetto nuvola.

Il modello a sottoveste, dalle spalline sottili, con un ampio scollo sulla schiena, è più adatto per i matrimoni che si svolgono di sera, abbinato magari a scialli o giacchine.

Il bustier è adatto per chi vuole valorizzare il proprio petto, in quanto il corpetto è risulta ben aderente e strutturato, mentre la gonna si presenta semplice e con una buona proporzione.

L’abito da sposa a peplo, che si ispira agli abiti dell’antichità, può aiutare a nascondere le proprie imperfezioni, con i suoi drappi e il suo modello fluido.

Bisogna tenere conto che oltre a quello bianco, si possono trovare degli abiti da sposa di diversi colori, o con pizzi e ricami colorati, e quindi, oltre alla propria forma fisica, nella scelta si deve considerare anche il proprio incarnato, da abbinare ad un colore adatto.

E con un miglior flusso sanguigno lire plus ici, abbiamo una migliore erezione.