Sansevieria, una pianta tropicale davvero unica!

La sansevieria appartiene alla famiglia delle liliacee, originaria dell’Africa tropicale e meridionale e dell’Asia sud-orientale, comprende circa 50 specie, e nel linguaggio floreale il suo nome significa ”io ti stringo a me”.

Si tratta di una pianta estremamente bella e che offre innumerevoli possibilità di essere integrata con l’arredamento della propria casa. Per questo motivo risulta essere una delle piante da interno più apprezzate.

Coltivazione della sansevieria

La sansevieria è tra le piante d’appartamento più apprezzate e resistenti, tuttavia richiede un po’ d’attenzione, soprattutto per quanto riguarda le innaffiature, ma con pochi e semplici accorgimenti, questa pianta crescerà senza alcun problema.

Non richiede cure particolari, infatti si adatta a vivere in qualsiasi ambiente, ama la luce, ma non l’esposizione in pieno sole.

La piantagione si esegue di solito tra febbraio e marzo, ovvero prima che la vegetazione si risvegli, lo stesso vale anche per il rinvaso, il terreno consigliato è composto da terra di prato ben setacciata, terra di foglie e sabbia in parti uguali.

Le innaffiature da fare una volta la settimana, consistono nell’immergere il vaso per metà in acqua e lasciarlo per circa un’ora, in inverno per meno tempo, in modo da evitare marciume alle radici.

Una volta al mese è bene somministrare del fertilizzante minerale completo, ed irrorare settimanalmente con acqua e stimolante ormonico, opportunamente diluito, per far acquistare al fogliame maggior bellezza e vigore.

Smuovere frequentemente il terriccio, per evitare la formazione di croste ed eventualmente facilitare il deflusso dell’acqua, accertarsi sempre del benessere del colletto, ovvero la parte che unisce le foglie alla radice, essendo questa più soggetta a marciume, attenzione anche alla cocciniglia.

La moltiplicazione può avvenire, tra febbraio e marzo, o per divisione dei cespi, oppure in serra, per talea di foglie, ovvero interrando talee lunghe circa 8 centimetri in un terriccio molto sabbioso.

Sanseveria: le proprietà

Una delle caratteristiche principale di questa pianta è che non pretende troppe cure, necessita di essere guardata e monitorata ma non richiede troppo impegno di giardinaggio. Un’altra caratteristica della Sansevieria è la sua necessità di stare sempre esposta alla luce, ma sopporta con difficoltà il sole diretto. E’ per tal motivo che risulta fondamentale trovare la giusta posizione, affinchè sia illuminata ma non direttamente dai raggi del sole, evitando però il freddo e l’ombra.

Una delle malattie che più colpiscono questa pianta vi è il marciume radicale, problematica che può essere arginata evitando di bagnare troppo la pianta.