Category Archives: Auto e moto

02Mag/22
auto

Percorso gtt: cos’è? come si effettua il calcolo percorso per il miglior percorso?

Torino è una città ricca di industrie con una buona densità di abitanti e da questa ricchezza economica ha dovuto strutturare un percorso o comunque dei mezzi pubblici che siano in grado di sostenere la viabilità.

Il percorso gtt è stato studiato proprio per andare incontro a determinati problemi. Dove c’è ricchezza economica o industriale c’è sempre molta densità di abitanti. Solo che dove ci sono tanti abitanti ci sono altrettante auto e quindi aumenta molto l’inquinamento. In una zona che potrebbe avere gravi danni ambientali nell’atmosfera a causa del lavoro delle fabbriche diventa necessario strutturare dei percorsi.

Qui nasce proprio il percorso gtt. Continue reading

07Gen/22
macchina

Vernice opaca auto: che caratteristiche ha? Quando usarla? Quanto costa?

Tante auto ormai stanno dicendo addio alla qualità di vernice “lucente” che ha sempre contraddistinto l’aspetto metallizzato di una vettura. Da principio, quando sono state notate le prime vetture con la vernice opaca, si è rimasti scettici.

Il nuovo tende sempre a spaventare, ma poi c’è stato un continuo aumento delle richieste. Le stesse case automobilistiche stanno lanciando sul mercato delle auto che sono verniciate in modo opaco. Questo perché è di tendenza, ma anche perché si parla di un rivestimento della carrozzeria che offre tanta protezione. Continue reading

25Dic/21
concessionario

Auto Dealers: dove si trova questo concessionario? Che veicoli offre?

Comprare un’auto non è mai facile perché la scelta è tanta. I problemi di non voler spendere troppo, quindi optare per una scelta di un’auto usata, spesso sono un obbligo. Si consiglia, per chi compra la prima auto, di non comprare una vettura nuova, meglio fare esperienza di vita e di manutenzione della vettura con un’auto usata.

Un ottimo concessionario è Auto Dealers che propone diversi marchi, ma con una tutela e garanzia personalizzata. Continue reading

07Dic/21

La Motorizzazione civile in Italia: il CAP e il CQC

All’interno della nostra nazione, la motorizzazione civile si occupa di moltissime funzioni. Nella maniere più generalista si occupa di attività di controllo amministrativo e tecnico, nonché delle norme e delle regole che si occupano del trasporto civile. La motorizzazione, come luogo, è amministrato dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti, attraverso differenti uffici provinciali. Gli uffici della motorizzazione civile, si occupano di attività di coordinamento e osservazione su differenti settori, partendo in primo luogo dai veicoli, i relativi collaudi, le revisioni e le immatricolazioni delle auto nuove. Per quanto concerne i conducenti e il rilascio di patente la motorizzazione ha un ruolo importante, perché legittima la circolazione stradale. Per di più la motorizzazione di occupa di rilasciare il certificato di abilitazione professionale, il cosiddetto CAP e la carta di qualificazione del conducente, chiamata CQC.

Il certificato di abilitazione professionale

Questo certificato, chiamato anche KB, altro non è che un’estensione della patente che permette la guida di veicoli specifici. Questo certificato viene rilasciato dall’ufficio provinciale del dipartimento di trasporti terrestri del ministero infrastrutture e trasporti, ovvero l’ex motorizzazione civile. Successivamente ad un esame teorico infatti e ad una visita medica, il certificato viene rilasciato. il C.A.P è associato alla normale patente di guida e abilita alla guida di veicoli in servizio di noleggio con conducente per il trasporto degli individui e all’interno di servizi di piazza con autovetture con conducente, come avviene con il taxi. Esistono due tipologie di CAP:

  • KA: qualora il veicolo da condurre richieda la patente A1, A2 o A
  • KB: nel caso in cui il veicolo da condurre richieda la patente B1 o B

Esistono particolari requisiti per poter ottenere il CAP. Il primo è quello di avere un’età superiore ai 21 anni e avere anche la patente valida corrispondente al CAP indicato, in seguito è obbligatorio superare un esame che prevede una prova teorica sugli argomenti indicati nel programma dell’esame per la patente. Dal 2019 ormai, la prova viene eseguita con l’uso di una scheda di 20 domande a risposta multipla, da eseguire in 30 minuti. Il numero massimo di errori previsti è di 2.

La CQC: un requisito obbligatorio per tutti

Con il termine CQC ci si riferisce alla “carta di qualificazione del conducente”, ovvero un’abilitazione di guida professionale e utile ai conducenti per il trasporto di persone su strada o merci. Questa certificazione è stata introdotta dall’unione europea con la direttiva 2003/59, la quale ha certificato il possesso delle capacità professionali per eseguire l’attività di autotrasportatore, per la quale è utile il conseguimento  delle patenti C/C+E o D/D+E.
Tutta questa documentazione non sarebbe possibile senza l’attività di motorizzazioni come la motorizzazione di Firenze, in toscana, che giornalmente si impegna nella grande macchina della documentazione automobilistica civile.

12Mar/21
auto

Auto elettrica, diesel e benzina: incentivi 2021

Il tema dell’inquinamento atmosferico ha portato, nel tempo, a un evolversi della tecnologia applicata all’automotive. Non solo auto elettriche, quindi, ma anche diesel e benzina che inquinino relativamente meno. Chiunque decida di cambiare auto, ad oggi, grazie a una Legge di Bilancio del Senato, quest’anno avrà incentivi e facilitazioni finanziarie che non solo alleggeriranno la spesa, ma contribuiranno a salvaguardare l’ambiente. Continue reading

22Giu/20

Grasso per catena moto: dove acquistarlo, come scegliere e prezzi

Chi possiede una moto avrà sicuramente acquistato del grasso per la catena affinché potesse eseguirne la lubrificazione, un passaggio molto importante che deve essere compiuto ogni 500/1000 km, consigliata operazione in qualsiasi manuale di uso e manutenzione.

La catena della moto sempre essere correttamente lubrificata ed i motivi sono molteplici tra cui quello di andare a contrastarne l’usura poiché questa è una dei componenti della trasmissione finale della moto e durante l’utilizzo della stessa va a subire diverse sollecitazioni. Continue reading

15Giu/20

Trombe per auto: cosa sono, modelli e prezzi

Trombe per auto o più comunemente conosciute come clacson ossia quel dispositivo elettromeccanico che viene montato sui mezzi di trasporto come segnalazione acustica. La nascita del clacson è relativamente recente, risale Infatti al 1908 il progetto del dispositivo di un’azienda statunitense che iniziò però a commercializzarlo nel 1914.

Una prima versione molto basica dove il clacson era un congegno meccanico collegato ad un piccolissimo motore elettrico capace di produrre un suono. Nell’arco di un brevissimo periodo, circa 10 anni, il clacson divenne uno tra i dispositivi più utilizzati dalle principali aziende automobilistiche, che andarono a sostituire con questo i precedenti avvisatori acustici costituiti da trombe a pera, campane o sirene.

Ma l’omologazione di questo dispositivo avvenne molto più avanti nel tempo e conferisce alla tromba per auto l’obbligo di avere un limite di tempo nella rumorosità e di decibel nell’intensità sonora e questi sono differenti a seconda dei veicoli sulla quale vengono installati. Continue reading

18Mag/20

Ricambi tuning auto: dove si trovano e acquistano?

Sono molti gli appassionati di motori che si dedicano al tuning, una pratica sportiva che giunge a noi dagli stati uniti. Ma cos’è il tuning nello specifico? Parliamo della pratica, oramai molto comune, di andare a modificare veicoli a due, tre o quattro ruote con componenti puramente estetici o meccanici, rispetto agli standard di serie. Come già detto arriva a noi dagli stati uniti negli anni sessanta e diviene un fenomeno riconosciuto e praticato in tutto il globo.

Ma questa pratica non è solo puramente privata e singolare poiché in Italia, vi sono anche grandi marchi, come Abarth, che hanno deciso di dedicarsi a questo ed utilizzarla come una vera e propria strategia di marketing così da avvicinare alla vendita di un prodotto sportivo, una clientela giovane.

Come già detto, con questa pratica si vanno a modificare le caratteristiche del proprio veicolo; le modifiche possono essere di tipo estetico e queste comprendono modifiche alla carrozzeria oppure agli interni ma abbiamo anche modifiche meccaniche come quelle all’impianto frenante, al motore, al sistema di scarico o dell’assetto dell’auto ed a queste si aggiungono le modifiche agli impianti di illuminazione dell’auto o a quelli audio. Questi pezzi andranno tutti acquistati in negozi specifici.

Continue reading